Efficacia e semplicità per le tue pratiche

Contattaci subito allo 0324 47893

I servizi di PraticaMente

PraticaMente offre una vasta gamma di servizi ai possessori di patenti di guida.

L’agenzia di pratiche auto si occupa del rinnovo delle patenti con medico in sede e del rilascio del duplicato della patente in caso di smarrimento o deterioramento

Si eseguono inoltre: la conversione di patenti di guida militari e straniere, riclassificazione della patente nonché rilascio della patente di guida internazionale.

Oltre ad offrirvi il servizio di passaggi di proprietà, PraticaMente vi offre anche servizi riconducibili allo Sportello Telematico dell’Automobilista. Il servizio di Sportello Telematico dell’Automobilista vi garantisce il rilascio a vista dei documenti definitivi, come l’aggiornamento dei pubblici registri in caso di passaggi di proprietà.

Immatricolare l’auto

Nel momento in cui si acquista un nuovo veicolo, bisogna procedere con l’immatricolazione dell’automobile, la procedura con cui l’auto acquista una targa e viene iscritta nell’archivio pubblico. PraticaMente vi offre il servizio di immatricolazione della vostra automobile. Il personale dell’agenzia acquisirà i dati del proprietario e i dati fiscali e tecnici del veicolo, rilasciandovi targhe, carta di circolazione e ricevuta del certificato di proprietà digitale del veicolo in tempo reale. Per richiedere l’immatricolazione della vostra automobile, dovrete fornirci la seguente documentazione:
  • Certificato di conformità C.O.C. (con data di emissione non superiore a 1 anno)
  • Fattura di acquisto
  • Documento di identità e codice fiscale dell’acquirente
  • Firma dell’acquirente sul modello TT2120 e sul modello NP2

Reimmatricolazione di veicoli

La reimmatricolazione si rende indispensabile nel caso in cui vengano smarrite o danneggiate in maniera irreparabile una o entrambe le targhe della vostra auto. In caso di smarrimento delle targhe della vostra auto, dovrete effettuare regolare denuncia agli ordini di controllo. Dopo 15 giorni dalla denuncia di smarrimento delle targhe, potrete presentarvi presso PraticaMente la seguente documentazione:
  • Denuncia di smarrimento in originale
  • Certificato di proprietà o foglio complementare
  • Carta di circolazione del veicolo
  • Carta d’identità o patente e codice fiscale dell’intestatario
  • Firma sul modello TT2120
Se avete smarrito una sola targa, portate la rimanente presso la nostra agenzia.

Import: veicoli che provengono dall’estero

In caso di importazione di veicoli dall’estero, dovrete fornirci la seguente documentazione:

Documenti di circolazione esteri

  • Carta d’identità e codice fiscale dell’acquirente
  • Fattura o contratto di vendita con allegato il documento del venditore
  • Scheda dati tecnici o C.O.C.
  • Eventuale dichiarazione ritiro targhe
  • Se extra UE, certificati doganali
  • Documenti esteri tradotti, autenticati, legalizzati
  • Documento di identità e codice fiscale acquirente

Export: veicoli destinati all’estero

In caso di esportazione di un veicoli all’estero, è necessario procedere con la radiazione dal PRA e dai registri della Motorizzazione.
Se il veicolo viene esportato in un Paese membro CEE, dovrete fornire la seguente documentazione:

  • Carta d’identità o patente, codice fiscale attuale proprietario
  • Certificato di proprietà e carta di circolazione
  • CMR (convention des marchandises per route) con timbro di arrivo all’estero
  • Copia della carta di circolazione estera o in alternativa contratto o fattura di acquisto


Se l’esportazione avviene in un Paese extra CEE, dovrete fornire la seguente documentazione:

  • Carta d’identità o patente, codice fiscale attuale proprietario
  • Certificato di proprietà e carta di circolazione
  • Fattura contenente DDT (documento di trasporto) o bolla doganale del veicolo che deve risultare giù all’estero al momento della radiazione

Da PraticaMente puoi pagare in maniera semplice e veloce il tuo Bollo Auto e qualsiasi bollettino PagoPa (tributi, imposte o rette verso la pubblica amministrazione e altri soggetti aderenti che forniscono servizi al cittadino).

Com’è noto, l’art. 14, comma 2, della legge 29 luglio 2010, n. 120 ha prescritto che, dal 13 febbraio 2012, i ciclomotori debbano essere muniti, per poter circolare su strada, delle targhe e del certificato di circolazione. Questi sono previsti dall’art. 97 del Codice della Strada, demandando a tal fine al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti all’adozione, con proprio decreto, di apposito calendario.
Sono esclusi dall’obbligo di ritargatura i ciclomotori immessi in circolazione dopo il 14 luglio 2006.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 76 del 2 aprile 2011 è stato pubblicato il decreto del 2 febbraio 2011, che ha così individuato le scadenze per le operazioni di “ritargatura”:

  • Entro il 1° giugno 2011, per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “0”, “1”, e “2”
  • Entro il 31 luglio 2011, per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “3”, “4”, e “5”
  • Entro il 29 settembre 2011, per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “6”, “7”, e “8”
  • Entro il 28 novembre 2011, e comunque non oltre il 12 febbraio 2012, per i ciclomotori muniti di contrassegno di identificazione la cui sequenza numerica inizia per “9” e la cui sequenza alfanumerica inizia con la lettera “A”.


La Direzione Generale della Motorizzazione precisa che gli indicati termini hanno carattere ordinatorio; infatti la sanzione pecuniaria prevista dall’art. 14, comma 3, della citata legge n. 120/2010 (da € 389 a € 1.559) è applicabile unicamente a decorrere dal 13 febbraio 2012 nei confronti di coloro che circolino con ciclomotori non regolarizzati.

Vuoi maggiori informazioni sui servizi di PraticaMente?

Nome *
Cognome *
Email *
Telefono *
Oggetto del messaggio *
Messaggio *